Buone notizie da Roma dopo l'incontro con l'ad di Anas per la SS337. Borghi: "Speriamo sia la volta buona"

Roma -

Incontro questa mattina a Roma presso la sede centrale di Anas con l’amministratore delegato di Anas, ing. Massimo Simonini per discutere della SS337. "E' stato un passaggio, credo e spero, decisivo per lo sblocco dei fondi per la sistemazione della Ss 337 della Valle Vigezzo, per la quale vi sono (dal 2013!!!) 70 milioni di euro fermi" spiega il deputato ossolano Enrico Borghi.
"10 milioni sono andati in gara per intervenire nel tratto -anche di versante- interessato dalla frana della primavera 2018. Sui restanti 60 milioni, si sono completati i rilievi specialistici e si passa ora al progetto definitivo" continua Borghi. "I punti chiave chiariti oggi sono due: si interverrà anche sulla strada della Val Cannobina (come viabilità alternativa e nelle more del DPCM che ristatalizza l’arteria che si è perso e che vedremo di far risaltare fuori...) e Anas concorderà con gli enti locali le tempistiche relative alla chiusura della 337 in fase di esecuzione delle opere" spiega ancora il deputato Dem. "Nei prossimi giorni gli enti locali riceveranno il cronoprogramma degli interventi. Speriamo sia la volta buona. Anzi, deve esserlo!" conclude Borghi.

Redazione on line
Ricerca in corso...