Carenza di personale e costi lievitati con il Coronavirus non fermano i soccorritori

Nonostante le difficoltà prosegue l’attività del Corpo Volontari del Soccorso di Villadossola

villadossola -

La pandemia in corso ha creato non pochi problemi anche al Corpo Volontari del Soccorso di Villadossola, la storica associazione che si occupa di emergenze e trasporti sanitari Già durante la prima ondata, lamentano i consiglieri, sono stati persi diversi volontari, alcuni dei quali non se la sono sentita di proseguire l’attività di volontariato per paura del contagio, altri per motivi personali ma l’organico è andato ulteriormente assottigliandosi con l’avvento della seconda ondata.

Il Cvs ha retto bene il colpo – ci dice Alessio Cara, consigliere responsabile per il Servizio Civile – nonostante le defezioni siamo riusciti a garantire tutti servizi, tutte le nostre convenzioni sono state portate a termine e continuiamo a portarle a termine ma con grande sacrificio da parte dei dipendenti e dei volontari che sono rimasti in servizioprodigandosi inturni extra”.

Oltre alla carenza di organico, l’associazione deve far fronte ad un altro grosso problema: “I costi per i Dpi [Dispositivi di Protezione Individuale N.d.A.] sono aumentati a dismisura – racconta Federica Bellu, consigliera – quest’anno siamo arrivati a 60mila euro per l’acquisto di mascherine filtranti, tute monouso, ecc.Sino all’anno scorso si spendeva poche migliaia di euro, per lo più in guanti monouso.

Nonostante le difficoltà i Volontari del Soccorso guardano al futuro con ottimismo: “Ora incomincia la campagna di vaccinazione – proseguono i consiglieri -, sia i volontari che i dipendenti hanno la priorità, domenica scorsa (10 gennaio) i primi due sono stati vaccinati”.

Un grosso aiuto per sopperire alla carenza di personale viene dal Servizio Civile Nazionale: “il Corpo Volontari del Soccorso ha aperto due progetti: il primo – spiega Alessio Cara – si chiama ‘SoccoriAmo’ e riguarda l’emergenza, l’altro è ‘Strade Solidali’ e riguarda i trasporti ospedalieri, l’assistenza domiciliare, aiuto ad anziani e disabili, ecc.”.

I posti disponibili sono quattro – prosegue Bellu – aperti a ragazze e ragazzi dai diciotto ai ventotto anni che riceveranno un compenso mensile, non è necessaria nessuna esperienza e l’associazione provvederà alla formazione. Alla fine del percorso tutti i certificati conseguiti durante il servizio verranno rilasciati ai ragazzi dando loro una credenziale per i concorsi pubblici e andando ad arricchire il bagaglio umano e formativo molto apprezzato dai datori di lavoro”.

Chi volesse candidarsi al Servizio Civile presso il Cvs Villadossola può visitare la pagina https://domandaonline.serviziocivile.it/ , cercare Villadossola e scegliere i progetti ‘Soccorriamo’ e ‘Strade Solidali’.

Per maggiori informazioni sul Servizio Civile o per sostenere l’associazione con donazioni è possibile contattare il Corpo Volontari del Soccorso al numero 0324 54040

Ricerca in corso...