Frontalieri, ai soliti disagi si aggiungono anche i cantieri di Anas

I nuovi lavori stradali vanno a sommarsi ad una situazione viaria già complessa

CANNOBIO -

Cantieri stradali, gioie e dolori dei frontalieri italiani occupati nel Canton Ticino. Brutta sorpresa questa mattina per quanti hanno percorso la statale del Lago Maggiore diretti verso il locarnese. Ben tre i cantieri aperti fra Cannobio e la dogana di Piaggio Valmara.

Si tratta di lavori di asfaltatura, appaltati da Anas a tre diverse ditte per un tratto di circa 3,5 km. I nuovi lavori stradali vanno a sommarsi ad una situazione viaria già complessa. Alle opere di manutenzione in corso lungo la provinciale della Valle Cannobina, si somma la chiusura del valico di Camedo con conseguente riversamento del traffico frontaliero in arrivo dall’Ossola sulla statale del Lago Maggiore.

I frontalieri hanno affidato a Facebook la loro rabbia. I post lasciati sui social ben descrivono lo sconforto di chi è costretto da settimane a lunghe code per raggiungere il proprio posto di lavoro. “Va bene le attese in dogana per il controllo dei permesso G. Va bene il traffico, ora anche i lavori” il tenore dei commenti.

Delle istanze dei frontalieri locali si è fatto portavoce il sindaco di Cannobio, Gianmaria Minazzi, che questa mattina ha avuto un colloquio telefonico con il collega sindaco di Re. Nel pomeriggio ha inviato una pattuglia di agenti della Polizia Municipale di Cannobio per valutare la situazione. È stato assicurato che in coincidenza con il rientro dei frontalieri i cantieri saranno bloccati e i movieri sul posto regoleranno il traffico per scongiurare lunghe code.

 

Ricerca in corso...