L'amarezza del difensore domese Viscomi per il suo addio 'forzato' al Varese

L'ormai ex capitano dei lombardi approda all'Acireale in Serie D

VARESE -

Verbania, Varese, Cesena, Foggia, ancora Varese da capitano. Sono solo alcune delle ultime squadre dove Francesco Viscomi, forte difensore domese, ha militato. Ovunque ha lasciato bei ricordi negli occhi dei tifosi. La sua grinta e la sua prestanza atletica ne fanno uno dei più forti difensori nella sua categoria. Viscomi era tornato a Varese a settembre. La città lombarda è la sua seconda casa dopo Domodossola. Li ha costruito la sua famiglia con la compagna con la quale ha avuto una figlia. In un post su Facebook Francesco lascia trasparire tristezza ed amarezza per il suo addio 'forzato' ai bianco rossi, dove indossava la fascia da capitano. Ora una nuova avventura a 1500 chilometri da casa, all'Acireale, secondo in classifica in Serie D. Una nuova esperienza che lo vedrà speriamo protaginista come negli ultimi anni. Una stagione lontano da casa con la consapevolezza che saranno in tanti i tifosi ossolani ad appoggiarlo e sostenerlo.

"Non certo per volere mio ma oggi termina la mia esperienza al Città di Varese": con queste parole postate ieri sera sulla sua pagina Facebook, il difensore domese Francesco Viscomi annunciava il suo addio al Varese.

"Ringrazio tutti i tifosi - aggiunge Viscomi - per l’affetto e la vicinanza che come sempre mi hanno mostrato in questi mesi dove le cose non son andate come avremmo voluto tutti. Ci tengo a ringraziare anche la mia famiglia e i miei veri amici che mi hanno sempre sostenuto".

"Me ne vado con la consapevolezza di averci messo tutto me stesso nel bene e nel male... - aggiunge Viscomi - e con una certezza che Varese come sempre ha fatto si rialzerà!"

"Da domani (oggi ndr) - conclude l'ormai ex capitano biancorosso - si riparte per una nuova avventura carico a 3000 con la fame e determinazione di sempre".

Redazione
Ricerca in corso...