Sarà inaugurato sabato 6 luglio il nuovo Bivacco Città di Luino al Roffel (3598 m)

macugnaga -

Sarà inaugurato sabato 6 luglio il nuovo Bivacco Città di Luino alle Rocce del Roffel (3598 m).
La giornata sarà curata dalla Sezione Cai di Luino, proprietaria del Bivacco, e sarà riservata ai soci Cai.
Il programma prevede: sabato in prima mattina, partenza dal Passo del Moro per raggiungere il Bivacco: percorso alpinistico (PD+) quasi interamente su ghiacciaio (ore 5/6) Dislivello m 800.
All’arrivo delle cordate, cerimonia d’inaugurazione alla presenza delle autorità.
Verrà inoltre scoperta una targa a memoria del lavoro eseguito.
Seguirà un piccolo rinfresco quindi rientro al Passo del Moro (ore 3/3,30).
A causa di alcuni lavori tuttora in fase di completamento il Bivacco Città di Luino non sarà agibile nelle giornate di giovedì 04, venerdì 05 e sabato mattina 06 luglio.
La Guida Alpina Marco Roncaglioni racconta la storia del Bivacco: «Il Bivacco CAI Città di Luino nasce nel 1980, voluto dai dirigenti di allora della Sezione CAI Luino, guidati dal presidente, Antonino Giacobbe che si prodigò per riuscire a farsi fornire il minuscolo Bivacco e ad ottenere la concessione del suolo dal Comune di Macugnaga. La struttura fu montata dalle guide alpine Luciano Bettineschi, Claudio Schranz, dal sottoscritto e da Riccardo Morandi.
Alcuni soci della Sezione fra cui il presidente Giacobbe predisposero l’area. Allora il ghiacciaio, dal versante svizzero era molto alto sulla cresta, tanto che si sono dovuti sbancare circa 2,5 metri di ghiaccio mentre oggi il limite del ghiacciaio, lato Svizzera, è arretrato di alcune decine di metri.
L'idea era quella di creare un bivacco sulla cresta di confine in posizione strategica per effettuare le ascensioni alla Cima Jazzi, allo Strahlhorn, per le traversate verso Zermatt e per giro alto del Monte Rosa. L'ubicazione fu decisa dalla guida alpina Claudio Schranz e negli anni si è confermata giusta perché il bivacco è frequentato anche in primavera per le traversate sciistiche da tanti scialpinisti sia italiani sia stranieri.
Poi lo scorso anno i lavori di ampliamento. L’interno della nuova struttura presenta una zona giorno con cucina a gas, tavolo con panche, ripostiglio e un soppalco con due posti letto. Nella parte storica restano otto posti letto, e il pannello solare che fornisce energia elettrica (anche per il bivacco nuovo),con impianto di illuminazione e possibilità di ricarica radio e cellulari.
Il Città di Luino occupa una posizione strategica, ben visibile da Macugnaga, sulla cresta di confine con Zermatt e Saas Fee».

Walter Bettoni
Ricerca in corso...