Scuola Vco: al via le iscrizioni on-line ma il sito del ministero va subito in tilt

Molte le famiglie costrette a chiedere aiuto agli Istituti, vista l'impossibilità di completare l'operazione

Verbania -

Sono iniziate nei giorni scorsi, con le consuete lamentele al seguito, le iscrizioni on-line all’anno scolastico 2021-2022. Già lunedì 4 gennaio la piattaforma del ministero dell’Istruzione è stata letteralmente presa d'assalto dalle famiglie andando, di fatto, in tilt. E nemmeno ieri o l'altro ieri la situazione è migliorata. E così, dopo diversi tentativi falliti, molti utenti sono stati costretti ad alzare le braccia in segno di resa. Una serie di bug, tra cui l'impossibilità di flaggare le caselle utili al completamento della domanda, impedivano infatti la corretta compilazione del modulo.

Racconta a VcoNews una famiglia residente in un Comune sulle alture di Verbania: “È stato un vero e proprio calvario, lunedì scorso abbiamo provato e riprovato a iscrivere nostra figlia alle medie Quasimodo di Intra, ma a un certo punto siamo stati costretti a desistere a causa dei ripetuti intoppi. E meno male che da quest'anno, almeno così recita il sito del Miur, la nuova interfaccia grafica semplice e intuitiva avrebbe dovuto facilitare le cose. Alla fine, l'unica opzione possibile è stata chiamare la segreteria della scuola e chiedere aiuto. Per fortuna abbiamo trovato una persona che si è rivelata essere disponibile e collaborativa e ha compilato al telefono le parti mancanti. Solo in questo modo, e dopo tanto tempo perso, siamo riusciti a iscrivere a scuola nostra figlia”.

In effetti abbiamo riscontrato diversi problemi da parte degli utenti - ammettono dall'istituto di Verbania - soprattutto perché molti genitori hanno subito tentato l'iscrizione, intasando di fatto il sito. Ma noi siamo comunque qui apposta per facilitare l’iter di chi eventualmente incontrerà difficoltà”.

Le iscrizioni on line, lo ricordiamo, riguardano le alunne e gli alunni e le studentesse e gli studenti delle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado e i Centri di formazione professionale regionali che hanno aderito, e si chiuderanno il 25 gennaio.

Ricerca in corso...