Basket, è stato un campionato d’oro per la Cestistica

Santopolo: “Sono estremamente soddisfatto per la notra stagione''

DOMODOSSOLA -

Con un comunicato ufficiale della FIP, la stagione della pallacanestro italiana, a tutti i livelli, chiude ufficialmente i battenti. “Sebbene con un po' di ritardo, è stata una decisione giustissima, specie alla luce della situazione odierna” afferma Gianluca Santopolo, presidente della Cestistica Domodossola, che ha giocato la sua ultima partita lo scorso 16 febbraio. “La mattina di domenica 23 una delle nostre squadre giovanili stava per partire verso Trecate, che è molto vicino alla Lombardia, ma molti genitori, preoccupati per ciò che stava succedendo a livello sanitario, hanno preferito non mandare i figli. Il Piemonte aveva un caso, mentre la provincia di Lodi era già zona rossa. Mi stavo confrontando con la società novarese sulla gestione di questa situazione, quando nel primo pomeriggio la FIP ha deciso di interrompere i campionati e non disputare le gare della domenica, tra cui quella della nostra squadra senior”.

Lo stop si è prolungato fino a pochi giorni fa, quando la stessa Federazione ha deciso di archiviare definitivamente la stagione sportiva in atto. Una stagione comunque storica, per la Cestistica, che ha vissuto il suo primo anno da riferimento del basket in Ossola e ha ottenuto risultati sportivi importanti. “La stagione è per forza di cose incompleta, ma sono estremamente soddisfatto per come sia andata. Il terzo posto è il miglior risultato della nostra storia in un campionato senior” spiega Santopolo. “Abbiamo vinto undici delle ultime dodici partite, eravamo in striscia positiva ed eravamo completamente convinti dei nostri mezzi. Parlando coi ragazzi, a stagione in corso, c'era grande fiducia. La salute viene prima di tutto ed è stato giusto terminare i campionati, ma sarebbe potuta essere una stagione veramente importante”.

C'è profonda incertezza, invece, sul futuro dello sport dilettantistico, che questa crisi rischia di mettere in ginocchio: “La mia preoccupazione più grossa è capire come si potrà riprendere il prossimo anno” afferma Santopolo. “L'emergenza sta bloccando l'economia nazionale ai più alti livelli da un mese, e non ci sono prospettive su quando si possa ripartire: in questa situazione ci sono anche le piccole realtà economiche locali che permettono alle società sportive di esistere. Questo mi preoccupa molto, dato che forse non avranno le risorse per aiutarci. Quando riprenderemo dovremo fare la conta di chi ci sarà e di chi avrà la forza per continuare a camminare”. Anche lo sport chiede aiuto allo Stato: “Per tenere in piedi il sistema sarà necessario che qualcuno si faccia carico delle esigenze delle società dilettantistiche. Solo un intervento statale può dare una mano, altrimenti sarà difficile salvare il movimento” spiega. “Noi abbiamo un settore giovanile, e quindi una responsabilità sociale. Spero che ci aiutino e ci permettano di continuare a rispondere alle necessità della gente”. Nonostante le oggettive difficoltà, il presidente granata è determinato a ripartire: “Quando sarà possibile lo faremo con grande entusiasmo. Nel frattempo ringrazio tutti i ragazzi, dal minibasket alla prima squadra; il gruppo di lavoro che ci ha permesso di affrontare questo anno di ricostruzione da unica realtà della pallacanestro domese e tutti gli sponsor che ci hanno aiutato”.

Ecco il comunicato apparso sulla pagina Facebook della Cestistica Domodossola:

Con un comunicato ufficiale nella tarda serata di ieri il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Gianni Petrucci ha deciso di porre fine a tutti i campionati regionali per la stagione 2019-20. La causa è ovviamente legata all’emergenza Covid-19 e per la Cestistica significa la chiusura di tutte le sue attività, sia di prima squadra che giovanili. Una decisione auspicabile e condivisibile, che rimarrà storica per tutto il mondo granata. La prima annata da unico epicentro cestistico ossolano non potrà essere dimenticata: abbiamo posto le basi per un progetto su cui continueremo a lavorare, con il quale proveremo ancora a dare la miglior proposta di basket possibile. Una stagione che ha visto e stava vedendo una cavalcata impressionante dei nostri ragazzi della Serie D, che sicuramente avrebbero continuato a stupire e con i quali ci si poteva divertire davvero nei playoff. Quindi quello che ci resta da fare è ringraziare tutti: grazie a tutti i coach e responsabili organizzativi della Youth Basket; a tutti i nostri giovani atleti, con la promessa di rivedersi presto in campo; alla prima squadra, il coach e lo staff tecnico per le straordinarie emozioni che ci avete regalato e un pizzico di impazienza di tornare a godersi lo spettacolo; agli sponsor che hanno avuto grande fiducia in noi e che non fanno mai mancare il loro sostegno, e allo staff dirigenziale, che lavora sempre alacremente per la pallacanestro in Ossola. Infine grazie a tutti i tifosi, che ogni weekend (al palazzo o via social) ci hanno sostenuto fino in fondo. Naturalmente vi aggiorneremo per tutte le news, ma per ora continuiamo tutti a fare la nostra parte stando a casa e aspettando tempi migliori.
A presto.

Ricerca in corso...