Grande successo per la prima edizione del Monterosa EST Himalayan Trail

macugnaga -

Un successo di partecipazione, di entusiasmo e allegria la prima edizione del Monterosa EST Himalayan Trail. Migliaia di persone si sono alternate tra la Perla del Rosa e i passaggi in quota per incitare gli atleti che il 29 luglio hanno percorso i 60 K, o i 25 K, di un tracciato nuovo che non ha tradito le aspettative, mostrando la bellezza dei 4.000 svizzeri e la durezza del massiccio del Monte Rosa. Una due giorni intensa quella anzaschina che ha visto 502 iscritti e 4 nazioni rappresentate, suddivisi tra le gare di domenica e la 4K Walser Mini Trail del sabato mattina. Un evento, quest’ultimo, dedicato alle famiglie e ai bambini che dopo solo un’ora dall’apertura del Meht Village in fraz. Pecetto ha da subito fatto capire agli organizzatori che l’evento si caratterizzava per allegria, l’amore per montagna e la sportività. Il favorito alla partenza Giulio Ornati non ha tradito le aspettative chiudendo la 60 K in 8h 51‘ 16’’, tempo con il quale da oggi faranno i conti i runnner delle future edizioni, seguito da Marco Gazzola 9h 11’ mentre il gradino più basso del podio è andato a Giovanni Tacchini che ha chiuso in 9h 18’ 51’’. Distanziata ma accolta da un pubblico urlante la prima donna a tagliare il traguardo di Staffa sulla stessa distanza è stata Giulia Saggin che porta a casa il MEHT in 12h 15’ 59’’. Complessivamente sono 77 le donne di questa edizione, un dato che promette di crescere nel tempo. Partita alle 10.00 la 25K ha visto tagliare il traguardo del primo arrivato Silvio Belloni in 3h 09’ 26’’ seguito da Vairoli Martin 3h 22’ 32’’ e Davide Campiotti in 3h 23’ 20’’. Una prima edizione chiusa senza intoppi, dalla consegna pettorali, all’assistenza sul percorso fino ai ristori e come sempre bisogna sottolineare che niente sarebbe successo senza gli oltre 250 volontari, singoli e associazioni locali, gruppi e organizzazioni che non hanno risparmiato energie per far sì che fosse per tutti una festa. Soddisfazione espressa anche da Macugnaga Trasporti e Servizi, società di gestione degli impianti di risalita, che ha lavorato con tariffe speciali e senza pause consentendo ad amici e famiglie, moltissimi infatti i bambini presenti tra il Monte Moro e il Ghiacciaio Belvedere, per sostenere il proprio atleta lungo il percorso avendo anche il tempo per ritornare all’arrivo e vederlo tagliare il traguardo. Un riconoscimento particolare viene rivolto dagli organizzatori all’Amministrazione comunale per il supporto, la disponibilità mostrata in questi mesi e per aver creduto nel fin da subito nell’idea. Sport Pro-motion A.S.D. chiude questa positiva esperienza con ottimi consigli e tanti, tantissimi suggerimenti che non lasciano dubbi: ci si vede nel 2019!

 

Redazione on line
Ricerca in corso...