Ha preso il via l'International Veia Sky Race, 12 le nazioni rappresentate

BOGNANCO -

Scatta oggi l'atteso week-end della International Veia Sky Race e le aspettative della vigilia non sono state disattese. Dodici le nazioni rappresentate, tanti gli atleti con esperienza Internazionale che si contenderanno la vittoria nelle competizioni organizzate dal dinamico e determinato Team Race LA VEIA impegnato nel predisporre gli ultimi ritocchi di quello che si preannuncia l’evento sportivo di riferimento per il settore delle corse a fil di cielo della Provincia. Primo atto della tre giorni Bognanchese è il Vertical Terme di Bognanco Trofeo Ceschi Mario che con i suoi D+1.080 in soli 3,4 km rappresenta una sfida da correre tutta d'un fiato. Alle 17 lo start del primo concorrente, ultimi a partire i big che prenderanno il via in un’unica avvincente batteria prevista per le 17:45 circa. Favorito  il forte atleta della nazionale Italiana di sci alpinismo Nadir Maguet del Team La Sportiva che può vantare nel suo palmares la vittoria al Vertical Fully in una memorabile battaglia con Kilian Burgada.Dallo ski alp arrivano anche i nazionali Svizzeri Iwan Arnold e Werner Marti.Pronto a stupire lo Svizzero Roberto Delorenzi campione del mondo in carica U23 proprio della specialità vertical. Team Valetudo-Serim schiererà ai nastri di partenza Cristian Minoggio, il ruandese Jean Baptiste Simukea ed il keniano Kiyiaka Dennis Bosire.Team Salomon vedrà impegnato il tedesco Stefan Knopf. Attenzione anche a Danilo Brambilla del Team Falchi di Lecco che stà vivendo quest'anno la stagione della sua consacrazione. Presenti anche sei ragazzi spagnoli in rappresentanza della FEEC ( Seleccion Catalana ) che ben vogliono figurare all'evento.In campo femminile vedremo impegnate nella lotta per la vittoria la rumena Denisa Dragomir, la ruandese Niyirora Primitive e Cecilia Pedroni del Team Valetudo-Serim che dovranno vedersela con la due volte olimpionica di triatlon Charlotte Bonin tesserata per l'atletica Sandro Calvesi. Anche in campo femminile vedremo impegnate due ragazze della Seleccion Catalana.

Domani ci si sposterà all'Alpe Gomba, dalle ore 15 apertura dell'ufficio gara, durante il pomeriggio spazio ai più piccoli con la Mini Veia Sky Race. Iscrizione gratuita, medaglia e nutella party per tutti i partecipanti. Ore 18 briefing tecnico ed a seguire da non perdere la consegna dei pettorali e la presentazione dei Big in gara. Start delle gare di Domenica saranno le 07:40 per la 31 km e le 08:30 per la 15 km. Tanti i favoriti della 31 km Trofeo Giampiero Bragoni che ( novità 2018) potrà essere seguita live da un apposito link che monitorerà la performance e la progressione degli atleti top runner in gara. Pettorale numero uno per il vincitore dello scorso anno Daniel Antonioli del Centro Sportivo Esercito, a contendergli la vittoria un folto numero di atleti. Team Valetudo-Serim con Cristian Minoggio vincitore del Sentiero 4 Luglio con il terzo tempo di sempre, Jean Baptiste Simukeka vincitore della Resegup, Kiyaka Dennis Bosire vincitore della Half Giir Di Mont e con il trionfatore alla Veia 2016 l'inossidabile Paolo Bert.Team Vibram con lo Svizzero Roberto Delorenzi , argento ai mondiali di Sky Race 2018, Team Salomon-Sport Project con l'Ossolano Alberto Comazzi vincitore della Pierra Menta Etè, Team Scott con il britannico Haines Hector autore di numerosi piazzamenti nei primi sei nel Circuito World Series, Team Salomon con Stefan Knopf 2.o l'anno scorso nelle finali di Limone del World Series, Team Crazy con Mattia Gianola 4.o al Sentiero 4 Luglio 2018, Team run2gether con il Keniano Robert Panin Surum 3.o quest'anno alla Sierre Zinal a solo 1'30" dal vincitore Burgada. Attenzione poi al folto numero di giovani : Danilo Brambilla Team Falchi di Lecco 7.o quest'anno al Giir Di Mont e vincitore di numerose Sky Race Bergamasche, Mattia Bertoncini del Team Salomon bronzo ai mondiali U20 di sky race 2018, il francese Johann Baujard del Team Asics ed ai 6 ragazzi spagnoli in rappresentanza della Selezione Catalana.Fra le donne attesa per la Rumena Denisa Dragomir in cerca della 4.a vittoria consecutiva a Bognanco, a contenderla le sue compagne di squadra Cecilia Pedroni e Primitive Niyirora e la portacolori del Team Salomon Stephanie Jimenex che vanta ben due vittorie al Giir Di Mont.

"Siamo onorati di poter avere 12 nazioni presentiin Val Bognanco e tanti atleti di livello Internazionale.Il nostro progetto di crescita anche al di fuori del territorio nazionale è nato l'anno scorso ed al secondo anno otteniamo già questi lusinghieri risultati. Vi sono atleti provenienti anche da oltre oceano, precisamente dal Brasile e dagli Stati Uniti D'America.Ricordiamo i gadget ed i premi ai tifosi, motivo per salire in vetta ad assistere alle splendide giornate di sport che questi campioni ci regaleranno" dichiara il Vicepresidente Alessandro Bragoni.

 

Ricerca in corso...