Locatelli (Frontalieri): "La SS 34 non è una strada a rischio? Siamo tutti indignati"

VCO -

"Sinceramente ogni commento a quanto di vergognoso si apprende sulla decisione del governo per la SS 34 è inutile, come è inutile commentare le parole di chi critica la posizione di Reschigna o di Albertella, ovvero Crippa del M5S. E' a tutti gli effetti l'ennesima sberla morale a tutti i cittadini del Vco e alle vittime delle strade del Vco per le quali épalese l'incompetenza del governo in merito a queste situazioni". E' duro il coordinatore dei frontalieri del VCO, Antonio Locatelli in merito alla questione della statale del Lago Maggiore. "E' inutile fare politica sul web o sui social e mandare un sottosegretario a comunicare che la 34 non è una strada a rischio tale per cui serve un decreto di massima urgenza: è un offesa al politecnico di Torino che ha effettuato uno studio a doc sulla 34, ma chissa se Sibilia lo avrà letto - prosegue Locatelli -. Poi ci sono i candidati alle europee e alle regionali dell'altra componente di governo che dicono e fanno campagna politica sull'attaccamento al territorio, che coraggio:  dove sono? Siamo stanchi di essere stati per l'ennesiva volta umiliati e trattati come territorio degradato, siamo indignati. Basta con i bla bla per la statale 34 la 337, basta davvero. E pensare che vi sono delle persone che a titolo gratuito hanno creato un tavolo tecnico per la SS 34 in collaborazione con la protezione civile regionale per gli interventi urgenti , grazie per il rispetto anche di questo nostro lavoro".

 

 

redazione
Ricerca in corso...