Quarant’anni fa la Valle Vigezzo conobbe il dramma dell’alluvione

Una giornata di ricordo

SANTA MARIA MAGGIORE -

Ricorre quest’anno il quarantesimo dell’alluvione. Il 7 agosto di 40 anni fa la Valle Vigezzo visse una delle sue pagine più drammatiche: una perniciosa alluvione mise in ginocchio questa terra e si contarono 14 vittime.  L'apocalisse vera e propria durò un paio d'ore: colate di fango inghiottirono nella notte ponti, strade, case e pure la linea ferroviaria. Immediatamente si mise però in moto la macchina della solidarietà e pian piano le ferite della montagna si rimarginarono e si ricostruirono ponti e infrastrutture e la  Valle dei Pittori si risollevò e tornò in piedi. Rimane però tutt'oggi viva nella memoria quella triste giornata di devastazione e paura. E per ricordare i quarant’anni di questo tragico evento l’Unione montana della Valle Vigezzo ha organizzato un’iniziativa per martedì 7 agosto alle 15 presso la sede di via Belcastro. Interveranno: Vincenzo Coccolo (geoloco),Maurizio De Paoli e Benito Mazzi (personalità che hanno vissuto l’evento). A seguire verrà inaugurata una mostra fotografica e alle 18 nella chiesa di Druogno verrà officiata una santa messa alla presenza di tutti i gruppi di Protezione civile della Valle Vigezzo.

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...