Avvocato, sindaco e ora ....anche 'navigator'

omegna -

‘’Sì, sono proprio io’’ risponde Paolo Marchioni. E’ un po’ sorpreso il sindaco di Omegna, Paolo Marchioni, quando la chiamiamo perché il suo nome figura tra i 12 candidati che hanno passato il concorso e sono diventati ‘’navigator’’, i professionisti assunti da Anpal  con un inquadramento di 24 mesi con l’incarico di seguire e indirizzare verso un nuovo lavoro coloro che risultano aventi diritto al reddito di cittadinanza. Avevamo pensato ad un omonimo, ma non è così.

Che il nome di un sindaco figuri tra i navigator nominati nella provincia di Novara è una notizia. Per Marchioni no: ‘’Non ci vedo tutta questa curiosità, è stata solo una sfida professionale’’.

Ma non ti impegna troppo visto anche che fai il sindaco a Omegna, sei avvocato e hai altre cariche professionali?

‘’Con il mio incarico pubblico di sindaco non ha nulla a che fare. Volevo mettermi alla prova e passare il concorso che tra l’altro prevedeva un sacco di materie. L’ incarico te lo danno se vinci il concorso pubblico; questa è una collaborazione coordinata e continuativa, un compito che gestisci secondo i tuoi tempi, non è un rapporto di natura subordinata’’.

Perché fare il navigator a Novara?

‘’Non era logico farlo nel VCO, avendo io sul territorio comunale un centro per l’impiego. Ho scelto Novara, dove ho il mio secondo studio. E’ stato interessante e stimolante visto che la materia è il diritto del lavoro. Per questo incarico vale la qualifica dell’avvocato, che io sia sindaco non ha nulla a che fare. Per partecipare dovevi  avere una laurea: molti altri navigator fanno altre attività professionali nella vita, ci sono anche diversi avvocati’’.

Insisto: ma dove trovi il tempo?

‘’Lo trovo. Una volta che hai incontrato chi ha diritto al reddito poi fai tutto in ufficio perché ti servi delle banche dati per fare le proposte di lavoro. Forse in alcune zone d’Italia questo sarà un incarico da fare come primo lavoro, al Nord lo leghi ad altre attività’’. 

Ricerca in corso...