Frana di Re, Patritti: "Fondamentale la sinergia con il Comune di Cannobio e gli svizzeri Brissago, Ronco e Centovalli"

re -

Svizzera e Italia, tutti uniti per limitare i disagi. "Dobbiamo attendere i sopralluoghi di domani mattina per sapere l'entità del danno, ora è troppo buio". Il sindaco di Re Massimo Patritti è rientrato solo in tarda serata dal luogo dello smottamento: fino a tardi è rimasto sul posto per verificare la situazione, insieme ad altri colleghi sindaci. "Per ora possiamo solo attrezzarci per limitare i disagi, siamo in stretto contatto con le amministrazioni di Cannobio, di Ronco, Centovalli e Brissago: domani mattina verrà anticipato l'impiego dei movieri su due cantieri stradale in Canton Ticino, appena oltre confine, dopo Cannobio. E anche grazie alla polizia locale di Cannobio si dovrebbe allegerire il traffico alla confluenza della strada della Cannobina con la statale 34 del Lago Maggiore. La situazione è critica ma speriamo che dal sopralluogo di domani giungano soluzioni per una tempestiva riapertura della 337".

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...