Locatelli su firma accordo fiscale dei frontalieri: “La fretta è nemica”

Verbania -

 

Calma e gesso. Antonio Locatelli invita a non prendere decisioni affrettate sulla firma dell’accordo fiscale sui frontalieri.

Entro fine anno si ipotizza la firma dell'anno verrà firmato l'accordo per la regolamentazione fiscale dei frontalieri. Ebbene, altro giro altro personaggio: questa volta a pensare ai frontalieri si è scomodato addirittura il Ministro degli esteri Angelino Alfano !!!! Il quale sicuramente si sarà affrettato a documentarsi su chi siano i frontalieri... Come sempre siamo un oscuro oggetto del desiderio fiscale del governo, come se  i frontalieri siano la causa di tutti i problemi fiscali dell'Italia! Ci avevano assicurato che fino a che non fossero date garanzie sul futuro occupazionale e sulle altre criticità del mondo del frontalierato,  l'accordo non sarebbe stato firmato. E invece ecco che a smentire tutto ora spunta Alfano, che smentisce lo stesso on. Borghi, il quale non penso starà a guardare.... Vorrei inoltre ricordare  a tutti che prima di firmare gli accordi resta ancora da ufficializzare con circolare dell'Agenzia delle Entrate la percentuale di tasso di imposizione fiscale per i frontalieri, sempre ufficiosamente al 5% ma mai ufficializzata: una cosa che lascia in difficolta commercialisti e Caf ancora oggi. Quindi credo sia opportuno non affrettare niente e sistemare tutte le cose dette a parole e non seguite da fatti prima di dare l'ok! Se poi a valle di tutto bastava concedere alla Svizzera il diritto di gestire come ora la tassazione alla fonte, accreditando giustamente alla stessa il 70% anziché il 60.2 % e restituire all'Italia il 30% anzichè il 38.8 % e lasciare gestire il tutto dalle casse Svizzere, per lo meno i soldi dei ristorni sarebbero arrivati ai Comuni di residenza dei frontalieri e non come succederà con il nuovo accordo a Roma, che penalizzerà ancora una volta l'economia di frontiera. Mi appello quindi a Borghi e a tutti i parlamentari interessati affinché valutino  bene e complessivamente la situazione prima che qualche politico decida le sorti fiscali di 65.000 frontalieri , delle loro famiglie e di una intera economia di frontiera già ridotta all'osso .....

Antonio Locatelli

Coordinamento Provinciale Frontalieri VCO

Redazione on line
Ricerca in corso...