La Macchina del tempo: il confine di Paglino spazzato via da una frana

iselle -

Era l’ottobre 1977 e l’Ossola subiva una delle tante alluvioni che in quegli anni sembravano inarrestabili. Il maltempo, che imperversò per 3 giorni, causò un morto, dei feriti e ingenti danni. Il morto fu un giovane di 27 anni di Varzo: la sua auto finì nel torrente Diveria dopo essere stata inghiottita da una voragine apertasi sulla statale 33 del Sempione.

Una delle  foto simbolo di quelle giornate fu quella scattata dallo studio Falciola a Paglino, dove ancora era ancora in funzione il posto di confine che accoglieva carabinieri, finanzieri e doganieri. Fuggirono tutti poche ore prima del disastro, scampando alla frana che distrusse il posto di confine e invase la strada che portava a Gondo.

Renato Balducci
Ricerca in corso...