Dalla fusione delle squadre attuali nascerà il Corpo Volontari Antincendi Boschivi della Valle Anzasca

La fusione è stata necessaria per venire incontro ai regolamenti della Regione

PIEDIMULERA -

Novità in vista per le squadre AIBdel distaccamento 17 Monterosa di stanza a Piedimulera. La nuova normativa regionale che è entrata in vigore il 1° gennaio 2020 prevede l’accorpamento delle piccole squadre in un’unica formazione con un solo caposquadra e un vice.

A tal proposito abbiamo sentito Demis Balbi, responsabile della Monterosa: «La Regione Piemonte per mere questioni burocratiche e di iscrizione all’albo regionale del Volontariato e al Dipartimento nazionale della Protezione Civile chiederà alcune modifiche che noi abbiamo deciso di anticipare. Nascerà così la squadra AIB Valle Anzasca che andrà ad unire i rappresentanti di Ceppo Morelli, Vanzone con San Carlo e Calasca Castiglione. L’operatività dovrebbe essere più funzionale mentre i magazzini restano dove sono. In un secondo tempo anche la squadra AIB di Pieve Vergonte sarà accorpata a Piedimulera. Il tutto dovrebbe facilitare la rapidità degli interventi e snellire il coordinamento interno».

Attualmente nel Vco il Corpo Volontari Antincendi Boschivi (AIB) è formato da 32 squadre con 547 volontari.

Grazie al progetto 'Prevenire e proteggere', promosso dalla Fondazione Comunitaria a favore dell’AIB provinciale verranno acquistate (costo 30mila euro) nove vasche mobili da seimila litri, che consentiranno in qualsiasi luogo di poter disporre di un serbatoio idoneo al rifornimento degli elicotteri adibiti al servizio antincendio boschivo e/o al rifornimento dei mezzi AIB.
Oltre alle vasche, con un’ulteriore spesa di 6500 euro, sarà comprato un modulo Ponte Radio campale autonomo, strumento indispensabile per garantire, attraverso la certezza di costanti comunicazioni, la sicurezza dei volontari impegnati negli interventi.

Ricerca in corso...