Levigatrici per muri: caratteristiche e funzionalità

Quando è necessario fare dei lavori di manutenzione o di rinnovamento della casa, ci sono quelli che si affidano a dei professionisti e chi invece decide di fare in autonomia. Ovviamente chi sceglie la strade del fai da te deve avere una buona manualità, delle discrete conoscenze e, soprattutto, gli attrezzi giusti.

Chi si appresta a tinteggiare le pareti delle stanze del proprio ufficio o della propria casa deve sapere che prima di mettere mano a pennello e vernice deve affrontare delle operazioni preliminari. Solo se questi passaggi vengono eseguiti nel modo corretto sarà possibile ottenere un ottimo risultato. Le levigatrici per muri permettono di carteggiare le pareti, passo fondamentale per fare un buon lavoro.

A cosa servono le levigatrici da muro e come scegliere le migliori

Prima di pitturare le pareti è necessario preparare le superfici. Queste devono essere pulite e lisce, in modo che il risultato finale sia ottimo e duraturo. La carteggiatura serve ad eliminare tutti quei difetti che se non venissero tolti risulterebbero ancora più evidenti con il passaggio di una mano di vernice. Per portare a termine questa operazione bisogna munirsi di una levigatrice per muri.

Questo strumento permette di rimuovere residui di collanti o carta da parati, scrostare vecchi strati di vernice, eliminare impurità e levigare gli intonaci. Sul mercato sono disponibili un'infinità di levigatrici per muri prodotti da diverse marche. Scegliere qual è il prodotto migliore o quello giusto per le proprie esigenze potrebbe non essere semplice.

Anche chi non ha molta esperienza nel campo del fai da te può comune riuscire ad individuare la la soluzione più giusta. Grazie a siti come itop5 infatti è possibile capire quali sono i modelli migliori di levigatrici e scoprirne caratteristiche, funzionalità e prezzo. Tra queste levigatrici per muri, proposte dal portale di itop5, è possibile individuare quelle più adatte al tipo di lavoro che si intende realizzare.

Funzionamento e caratteristiche

Questi strumenti sono dotati di un motore, che può essere alimentato da corrente o da batterie ricaricabili. Tramite una trasmissione il motore aziona un disco, che compie un movimento orbitale e vibrante. Sul disco rotante, chiamato anche platorello, viene posizionata una carta abrasiva, scelta in relazione al tipo di lavoro che di deve fare.

Per scegliere quale levigatrice acquistare ed utilizzare è necessario conoscerne le caratteristiche. La prima è rappresentata dalla potenza del motore: la maggior parte dei modelli ha una potenza tra i 200 e gli 800 watt. Un'altra caratteristica tecnica molto importante è la velocità: questo dato viene espresso in giri al minuto e può variare anche di parecchio tra un modello e l'altro. I modelli destinati ad un uso non professionale di solito non superano i 1.600 giri

L'impugnatura, su cui di solito sono presenti i comandi per l'accensione e l'eventuale regolazione della velocità, può essere di vario tipo; in base al tipo di lavoro andrà scelto quello più comodo. Un'altra caratteristica da non sottovalutare è la predisposizione per l'inserimento di una prolunga telescopica, fondamentale per lavorare in altezza.

Quando si utilizza una levigatrice per muri si crea tanta polvere. Per ovviare a questo problema si può optare per uno dei tanti modelli che hanno un sistema di aspirazione che permette di raccogliere automaticamente in un sacco tutte le polveri create durante il lavoro. Il tipo di movimento, che può essere orbitale o roto-orbitale, è un'altra caratteristica da considerare.

Tipologie di levigatrice

Le levigatrici orbitali permettono di ottenere una parete liscia in modo rapido; sono particolarmente consigliate per muri e soffitti e per chi deve lavorare sul cartongesso. Di solito il piatto su cui viene applicata la carata abrasiva ha una forma rettangolare. Le levigatrici roto-orbitali invece permettono di ottenere risultati più precisi su superfici piane e curve ed hanno un'area di lavoro circolare.

Esistono poi le levigatrici a nastro, perfette per le grandi superfici piane; il nastro di carta abrasiva scorre trainato da due potenti rulli e consente di effettuare una levigatura grossolana. Infine ci sono le levigatrici a delta, realizzate appositamente per i lavori più precisi in prossimità degli angoli e degli spigoli.

REDAZIONALE I.P.
Ricerca in corso...