'Non solo Legno', ultimi preparativi per la fiera anzaschina che inaugura giovedì

Vanzone, Ceppo Morelli -

Una indaffaratissima Tania Bettineschi dice: «Stiamo ultimando gli ultimi ritocchi, è quasi tutto pronto per l’inaugurazione della prima edizione della Fiera “Non solo Legno”. Sarà un importante vetrina sulla storia del legno in Valle Anzasca ma soprattutto vuole essere uno sprone per rivalutare e valorizzare il patrimonio boschivo e le attività ad esso annesse guardando in particolare modo alle nuove generazioni che in Anzasca potrebbero trovare lavoro e futuro» .

La manifestazione si terrà nei giorni 25-26 e 27 aprile fra Vanzone e Ceppo Morelli ed è organizzata e curata dalle diverse associazioni locali, con la collaborazione dei ragazzi e del personale docente delle Scuole Medie “G. Borgna”.
Il taglio del nastro è fissato in municipio a Vanzone giovedì 25 aprile alle ore 17.00. Subito dopo saranno attivi i primi Laboratori riservati a bambini e ragazzi presso la sede dell’Associazione “I sogni di Arianna”. Alle ore 21.00, presso la sala consiliare, conferenza su “Il bosco” mentre il giorno seguente sarà la volta di un dibattito su “Il legno”.
Elena Ferroni, anima dell’organizzazione, precisa: «Il nostro intento è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica, le diverse autorità, i turisti e i residenti all’utilizzo e alla valorizzazione del legno. Il programma sarà assai variegato: laboratori di disegno su legno e uso del pirografo; scultura per ragazzi e adulti; decorazione artistica. Dimostrazioni di intaglio e cestineria.Avremo una parte sportiva con possibilità di tiro con l’arco e prove di freeclimbing. Presso la sede delle scuole medie sarà visitabile la mostra “Di terra, di cielo, di acqua, di fuoco e di legno”. A Ceppo Morelli, presso la casa parrocchiale, saranno presentate lavorazioni su telaio. Lungo il percorso fieristico saranno presente numerose bancarelle di espositori ed artigiani del legno. Da degustare le Prelibatezze della Valle Anzasca. Da non perdere le uscite nel “Bosco fatato” e lungo l’itinerario “Il bosco che parla”. Saranno giorni intensi da vivere a contatto con la natura. A Borgone, sabato pomeriggio saranno presentate “Seghe e motoseghe”, per la scultura e lavorazione del legno» .
Nelle giornate della manifestazione saranno visitabili anche i musei di Vanzone: “Cà ‘d Ninin” – “L’Antica Latteria Turnaria” – e “Il Mulino ad Giachett”.

Gran finale, sabato 27 aprile alle ore 16.30 con la premiazione degli addetti alla lavorazione del legno: scultori, falegnami, boscaioli e artigiani anzaschini con l’assegnazione del trofeo “Cadrega”.


 

Ricerca in corso...