Bloccato in un crepaccio per 6 giorni, cane salvato dai Carabinieri Forestali a Macugnaga

L’animale intrappolato è riuscito a sopravvivere bevendo acqua piovana

macugnaga -

Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Macugnaga hanno recuperato un cane da guardiania disperso sulle alture della Valle Anzasca. La proprietaria dell’animale, titolare di un’azienda di allevamento di ovini e caprini di Bannio Anzino, aveva denunciato la scomparsa del cane.

Nebbia, questo il nome dell'animale, aveva il compito di custodire e proteggere il gregge sui pascoli sopra a Isella di Macugnaga.

Le ricerche avviate subito dopo la segnalazione erano però risultate infruttuose. L’animale è stato infatti ritrovato solo sei giorni dopo lo smarrimento in località Alpe Schilt di Macugnaga. Era rimasto intrappolato all’interno di una stretta voragine profonda circa cinque metri nel terreno.

Dopo essersi calati in corda doppia all’interno della gola i militari hanno tranquillizzato l’animale imbragandolo e riportandolo in superficie con l’ausilio dei proprietari.

Il cane, una femmina di pastore maremmano abruzzese di una anno, è subito apparso traumatizzato e spaventato per l’accaduto ma non ha riportato gravi lesioni a causa della caduta. E’ stato invece ritrovato particolarmente dimagrito e disidratato per via della permanenza senza cibo all’interno della forra.

Fortunatamente dalle rocce, per via della pioggia e dell’umidità, percolava dell’acqua che ha verosimilmente permesso all’animale, almeno parzialmente, di potersi abbeverare sopravvivendo così fino all’arrivo dei soccorsi.

 

Redazione
Ricerca in corso...