Bannio, tradizionale incontro al Colle d’Egua

Scambio d'amicizia tra le comunità delle valli Anzasca, Mastallone, Sermenza e Valsesia

bannio anzino -

Il brutto tempo ha limitato la partecipazione degli escursionisti all’annuale incontro al Colle d’Egua (2239 m),fra le comunità delle valli Anzasca, Mastallone, Sermenza e Valsesia.
Ciò nonostante, una trentina di persone hanno raggiunto il Colle dove Sandro Bonfadini, vicepresidente della Sezione Ana di Domodossola e capogruppo di Bannio, ha tenuto una breve e semplice cerimonia a ricordo dei pastori che hanno animato la vita di queste montagne.

Enzo Bacchetta ricorda: “Il raduno intervallivo avrebbe dovuto essere parte integrante del programma dei festeggiamenti legati al Centenario di fondazione del Gruppo Alpini di Bannio. Sarebbe stato una tappa dalla grande valenza di solidarietà, partecipazione e ricordo infatti al Colle d’Egua sorge un rifugio costruito a ricordo di due giovani alpini: Fabrizio Volpone di Bannio e Sergio Sesone di Carcoforo, fratelli di naja prematuramente scomparsi. L’avvenimento sarà riproposto l’anno prossimo con la riprogrammazione del Centenario”.

Il maltempo ha bloccato all’alpe Bocchetto tutti coloro che avrebbero usufruito del servizio di elitrasporto, fra loro anche l’arciprete don Fabrizio Cammelli che ha velocemente predisposto al Bocchetto una partecipata celebrazione della S. Messa in memoria degli alpini e dei pastori “andati avanti”.

Ricerca in corso...