Villa: concerto alla memoria di Armando Tami, premiati i vincitori del concorso di poesia intitolato al benefattore

villadossola -

VILLADOSSOLA – Il 20 ottobre alle 21 si terrà un concerto alla Noga in memoria di Armando Tami.  Ad esibirsi nella chiesa parrocchiale sarà la Società Filarmonica di Villadossola. Il ragioniere poeta Villadossolese deceduto nel 1999 aveva lasciato una grossa eredità all'Ossola quasi 13 miliardi di vecchie lire per borse di studi, lavoro e attività assistenziali e culturali. Sabato sempre alla Noga si è svolta la premiazione del concorso di poesia dedicato ad Armando Tami nell'ambito della serata dialettale che a sua volta rientrava nei festeggiamenti patronali della Beata Vergine del Rosario. Oltre un centinaio di persone sabato hanno partecipato alla manifestazione U nöst dialétt. Farcita di spiegazioni sui lavori di casa delle donne di un tempo, poesie, canzoni e scenette  è stata un successo la ventisettesima edizione della festa  che si è svolta sotto il tendone della Noga.  Felino Sarazzi   ha raccontato della Noga di ieri. Il tema della serata è stato il lavoro delle donne con dimostrazioni da parte delle donne del paese della confezione di calze e pantofole partendo dalla lana. Con l'ingresso sotto il tendone di una vera pecora che è stata tosata. E' stato poi raccontato come  veniva eseguito il bucato un tempo, prima dell'invenzione della lavatrice, ovvero con l'utilizzo di un mastello e della cenere. Il professor Silvano Ragozza ha spiegato l'origine di alcuni termini dialettali. Durante la serata è stata offerta una cena con prodotti locali, piatto forte è stata la pasta con zucca e pancetta. Esilarante è stata anche una scenetta dialettale con testo scritto da GaldinoTommasini.  Il concorso di poesia Armando Tami  ha visto la partecipazione di tredici poesie valutate dalla giuria presieduta da Silvano Ragozza. La poesia dialettale che ha trionfato s'intitola “La preja bianca” a comporla  Mary Massari di Marano Ticino.  Al secondo posto Pier Franco Midali di Viganella con “La Bandaula” al terzo “Na Reula” di Italo De Matteis di Casale Corte Cerro, al quarto “Ul ragn e ul lulò” di  Antonio Prevosti di Domodossola e al quinto “Tera” di Rosanna Zamponi” di Bognanco. I vincitori sono stati premiati dal Comitato organizzatore e dall'assessore alla cultura Marcello Perugini.

Ricerca in corso...