Caccia , Il Tar legittima il riordino degli ambiti in Piemonte

TORINO -

Il Tar ha considerato legittima la razionalizzazione degli enti territoriali di gestione della caccia, 38 tra ATC (ambiti territoriali di caccia) e CA (Comparti alpini). La Regione aveva accorpato i comitati di gestione in 22, dimezzando il numero dei partecipanti e istituendo un unico collegio dei revisori di conti. “Una vera e propria rivoluzione nella governance della caccia piemontese, osteggiata da Federcaccia e ora convalidata dalla sentenza del Tar che ci ha dato ragione”, commenta l’assessore regionale Giorgio Ferrero. Anche sulla rappresentatività delle quattro categorie presenti nei comitati di gestione (cacciatori, agricoltori, enti locali e ambientalisti) il Tar ha bocciato il ricorso di Federcaccia, riconoscendo la legittimità della delibera. In sostanza, la delibera prevedeva che non potessero esserci sconfinamenti tra le 4 categorie:  ad esempio non potesse essere eletto tra gli agricoltori un cacciatore, o tra gli agricoltori un sindaco, o tra gli ambientalisti un cacciatore. “Una norma di buonsenso, per garantire l’equilibrio della rappresentanza delle parti nei comitati di gestione” evidenzia Ferrero

Redazione on line
Ricerca in corso...