In 9.000 ai piedi del Rosa per i fuochi piromusicali

macugnaga -

Macugnaga sold out e una distesa infinita di spettatori ai piedi della parete est del Monte Rosa, sabato 4 agosto, per la seconda serata di Vette d'artificio 2018, parte del Festival di fuochi d'artificio coordinato dal Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli,

 

Vette d'artificio, rassegna ideata da Fabio Graziani della GFG Pyro di Omegna, sta consolidando il proprio successo, con numeri importanti, anche per l'indotto. Le stime degli organizzatori confermano la stessa “platea” dello scorso anno per assistere allo show piromusicale di Macugnaga, 9.000 spettatori. Qualche piccolo disagio al termine, con le code di auto che hanno lasciato il paese ai piedi del Rosa. Ineccepibile però la gestione di parcheggi e viabilità grazie ad un'importante presenza di volontari e forze dell'ordine.

 

Vette d'artificio non rappresenta solo un'occasione mordi e fuggi, ma è ormai un evento in grado di richiamare flussi turistici importanti, che per la prima volta entrano in contatto con le nostre realtà di montagna. Voglio ringraziare Gildo Burgener e tutti i volontari di Macugnaga, che hanno creduto fin da subito al nostro progetto e che quest'anno hanno mosso ulteriori passi in avanti garantendo un'organizzazione impeccabile”.

Lo spettacolo piromusicale ha saputo emozionare il pubblico che ha raggiunto Macugnaga fin dalla prima mattinata (o anche per l'intero fine settimana, chi è giunto da lontano ha infatti abbinato l'evento a due giorni di scoperta del territorio),grazie al ricco programma di eventi collaterali messo in campo dal comitato organizzatore. I vari appuntamenti hanno coinvolto quest'anno tutte le frazioni di Macugnaga con un efficiente servizio di bus navetta che ha collegato costantemente i piccoli centri. Buono il riscontro anche per gli aperitivi in quota con quasi 400 partecipanti, tra Belvedere e Monte Moro.

E tantissimi erano gli obiettivi delle fotocamere pronti a immortalare i momenti più suggestivi, anche in questa seconda serata, grazie all'iniziativa pensata per coinvolgere e premiare i migliori scatti amatoriali. Sono già decine, in poche ore, le foto pubblicate sulla pagina Facebook della manifestazione e tra tutti si sceglierà lo scatto migliore che si aggiudicherà un soggiorno per due persone presso il Dream Hotel di Macugnaga e viaggi a bordo degli impianti di risalita gestiti dalla Società Macugnaga Trasporti e Servizi.

Vette d'artificio è al giro di boa. Il prossimo appuntamento è in programma sabato 11 agosto all'Alpe Ciamporino di San Domenico di Varzo (Valle Divedro), e rappresenta la sede più in alta quota del festival, a 2.000 metri d'altitudine. Anche in questo caso sono molti gli eventi collaterali studiati dalla San Domenico Ski per portare in quota fin dal mattino gli appassionati di Vette d'artificio: la fiera di prodotti tipici, Sando Junior School per piccoli

chef, il parco avventura aperto tutto il giorno, oltre ovviamente agli impianti di risalita attivi fino ai 2500 metri del Dosso. Anche domenica 12 agosto non mancheranno eventi in quota: l'attesissima Stra Sando e, ai 2.000 metri dell'Alpe Ciamporino, il MTB Baby Adventure, un pomeriggio per vivere la montagna più pura e divertente.

Per raggiungere la sede di spettacolo, l'Alpe Ciamporino, inizieranno alle 19 di sabato i viaggi degli impianti (costo speciale € 5,00 a/r, bimbi fino a 10 anni gratis – con il coupon pubblicato sull'edizione VCO de La Stampa il viaggio è gratis). A San Domenico oppure in quota al Rifugio 2000 menù tipici. Imperdibile la novità del 2018, il Sando Sound, una festa musicale che unisce i valori più puri che accomunano montagna e divertimento. Griglie accese, birra alla spina e prodotti tipici dal tardo pomeriggio di venerdì fino a domenica notte e, naturalmente, tanta musica per tutti i gusti: blues e rock e a seguire dj set di musica hip-hop, reggae ed elettronica.

Sabato 11 agosto Sando Sound offrirà gratuitamente, in quota prima dello show e in paese al termine dello spettacolo di Vette d'artificio, l'esibizione di rebelHot + Sando Party.

Il gran finale di Vette d'artificio si terrà, dopo il grande successo del 2017, a Santa Maria Maggiore, in Val Vigezzo, nella vigilia di Ferragosto. Anche in questo caso lo show sarà solo il finale di una giornata ricca di appuntamenti. Il capoluogo vigezzino punta su arte, divertimento e gastronomia. Il Praudina Adventure Park, oltre ai consueti orari di apertura diurni, proporrà un'apertura eccezionale in notturna e a metà prezzo, presentandosi citando Vette d'artificio. Nel centro di Santa Maria Maggiore possibilità di visitare le mostre d'arte o godersi coinvolgenti spettacoli di strada. Spazio alla gastronomia di montagna con le cene nei ristoranti del borgo oppure presso il Centro del Fondo, area di spettacolo, dove si tiene anche la Festa degli Alpini.

Per raggiungere comodamente e senza problemi di parcheggio Santa Maria Maggiore, la Ferrovia Vigezzina-Centovalli conferma anche quest'anno la corsa speciale in notturna. È possibile dunque scegliere un treno qualsiasi in partenza da Domodossola – a partire dalle 14.25 – per raggiungere Santa Maria Maggiore. Il rientro è garantito con un treno speciale in partenza dal capoluogo vigezzino alle ore 23.00.

Tutti i dettagli, i prezzi e la procedura di acquisto online sono su www.vigezzinacentovalli.com.

Alle 21 di martedì 14 agosto il tradizionale falò dell'Assunta infiammerà la piana di Santa Maria Maggiore e dalle 21.30 il via allo spettacolo piromusicale conclusivo della quarta edizione di Vette d'artificio.

 

Redazione on line
Ricerca in corso...