Nuovo protocollo di intesa per la ricerca delle persone disperse

A sottoscriverlo in pPrefettura VdF, Sagf e Soccorso Alpino

Verbania -

Firma in Prefettura oggi pomeriggio del protocollo di intesa per la ricerca delle persone disperse tra tutte le forze che operano in montagna: Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e Soccorso Alpino della X Delegazione Val d’Ossola. A coordinare la stesura del documento il Prefetto Iginio Olita: “Il nostro obiettivo è quello di salvare le persone. Con questo protocollo, che è un piano di protezione civile, miglioriamo la collaborazione tra tutti, pur mantenendo ciascuno il proprio ruolo”.

Nel concreto, come ha spiegato il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Felice Iracà, “le informazioni saranno fatte circolare tra tutte le forze non appena una sala operativa riceverà una richiesta di intervento”. Secondo Iracà “le forze sono tante, sia come quantità che come esperienza, così potremo agire in modo più intelligente. Saranno previsti poi due incontri l’anno con cadenza semestrale per fare il punto della situazione e conoscerci meglio tra di noi, e un’esercitazione annuale congiunta”. Il colonnello Gianfranco Parisi, comandante provinciale della Guardia di Finanza, ha illustrato l’attività del reparto altamente specializzato del Sagf: 13 gli interventi dall’inizio dell’anno a oggi, dei quali due sulla neve, con cinque persone illese, quattro decedute e quattro feriti. “La nostra Stazione di Domodossola - ha detto Parisi - è la più numerosa in Italia. Possiamo contare sui mezzi di soccorso e le unità cinofile anti valanga e per la ricerca di cadaveri. Siamo altamente operativi tutto l’anno, anche sulla neve, e svolgiamo anche compiti di polizia giudiziaria”. Secondo il vice presidente regionale del Soccorso Alpino volontario Felice Darioli i 210 volontari sono dislocati in tutto il Vco. Così possiamo operare attivando subito la squadra più vicina al luogo dell’intervento”. Presente anche il coordinatore provinciale Matteo Gasparini: “Mettendo insieme le forze potremo ottenere risultati ancora migliori: noi siamo in grado di intervenire su terreni impervi, così come il Sagf, mentre i Vigili del fuoco hanno mezzi di cui noi non disponiamo. Speriamo di essere i precursori in Italia”.

Redazione on line
Ricerca in corso...