Gli ex ragazzi della Casa del Fanciullo si sono ritrovati a Croveo,ospite d'eccezione la scrittrice Nicoletta Bortolotti

CROVEO -

Si è svolto sabato 15 e domenica 16 giugno il 4° Raduno degli ex ragazzi della Casa del Fanciullo, che si sono ritrovati grazie al gruppo Facebook lanciato da Fabrizio Di Berardino e Germano Bacchetta, cresciuti negli anni ottanta proprio alla Casa del Fanciullo di Domodossola. Una quarantina di ex ragazzi provenienti da tutta Italia e dalla Svizzera, si sono rincontrati di nuovo al Treno dei Bimbi, i quei posti a loro così cari, ricordando le vacanze estive di allora.

Ospite d'eccezione -spiega Germano bacchetta- è stata Nicoletta Bortolotti , famosa scrittrice italo svizzera, copy editor e autrice presso Mondadori che ha presentato al pubblico il suo ultimo romanzo 'Chiamami sottovoce'. Il romanzo affronta il tema dei cosidetti “bambini proibiti” ed ha vinto il premio letterario Alvaro- Bigiaretti 2019. “'Chiamami sottovoce narra la storia di una amicizia interrotta e di un segreto mai svelato, la storia di come la vita a volte concede una seconda occasione, tutto poi finisce in un collegio proprio come è successo alla Casa del Fanciullo di Domodossola… Figli di immigrati stagionali che ai tempi entravano illegalmente da clandestini e che vivevano nascosti . Domenica era presente per l’occasione anche la televisione Svizzera Italiana, che ha voluto riprendere 'in punta di piedi' la storia vera di questo villaggio, un posto unico al mondo per la sua profondità e bellezza unica tra la natura e l’immenso silenzio.

Tutti d’accordo per un appuntamento al prossimo anno per la stagione 54°,una data precisa quella del “2020” con la riapertura della stagione dei treni e chissà mai che possano portare altre nuove soprese in quel di Croveo”.

 

Ricerca in corso...