Milizia Tradizionale di Calasca, rinnovato il direttivo

Direttore Renato Lometti, il suo vice Stefano Capelli

CALASCA CASTIGLIONE -

Seppur con qualche mese di “ritardo” dovuto ormai alla più che nota pandemia di Covid-19, si sono svolte, davanti la ex sede comunale, nel totale rispetto delle norme di distanziamento, le triennali votazioni di rinnovo del Consiglio della Milizia Tradizionale di Calasca.

Possono votare ed essere votati tutti coloro che hanno pagato quella che, in gergo, i calaschesi chiamano “azione”, che null’altro è che un’oblazione alla Milizia, e tutti i soci Onorari e Perpetui.

L’ancestrale rito prevede due votazioni: nella prima vengono votati 7 nomi, i 14 più votati entrano in consiglio. Tra i quattordici eletti, i due nomicon il numero maggiore di voti diventano: Direttore e Vice Direttore.

Quest’anno la votazione ha riconfermato nuovamente come Direttore l’inossidabile Renato Lometti, che ricopre la carica ininterrottamente dal 1988 mentre Vice Direttore è stato eletto Stefano Capelli.

Fanno parte del Direttivo: Serena Brusa e Daniele Pelfini (Segretari) - Francesco Gareri (Tesoriere).  

Consiglieri: Patrick Milani, Emanuele Zani, Matteo GarbagnI, Samantha Fattalini, Luca Ruaro, Lorenzo Bonfadini, Alessandro Rigoli, Romeo Marta e Maira Lometti.
Gli eletti resteranno in carico per il triennio 2021-2023.

Ricerca in corso...