Rischio ammassamento sul treno dei frontalieri delle 17.22 ed episodi di maschilismo

Locatelli: "Cerchiamo di essere tutti più responsabili

BRIGA (CH) -

Gente che si getta a capofitto sul treno, rischiando di creare inutili e pericolosi ammassamenti. La denuncia arriva dal Coordinamento provinciale dei frontalieri: "Purtroppo - spiega Antonio Locatelli - abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di comportamenti da condannare e mi riferisco al rischio ammassamento che si crea sul treno, in uscita dalla Svizzera e diretto a Domodossola, delle 17.22".

"Oltretutto ci vengono segnalati anche comportamenti arroganti da parte di alcuni frontalieri nei confronti delle donne, loro stesse lavoratrici frontaliere" ancora Locatelli.

"E' vero che i diritti sono uguali ma si dovrebbe avere buon senso. Riteniamo che cs dovrebbe avere un occhio di riguardo verso queste madri che quando tornano a casa hanno ancora le incombenze della casa e quindi acconsentire a loro prioritariamente di prendere il treno delle 17.22. Capisco che per tutti è un sacrificio arrivare a casa mezzora più tardi, dopo che ci si è alzati all'alba, però penso che pochi minuti in più per tanti uomini non debbano essere un problema, e per questo ci sembra giusto che si cerchi di dare precedenza alle donne per il treno delle 17.22 tanto poi alle 17.53 parte il secondo convoglio". 

Infine un secondo appello: "Raccomandiamo davvero di evitare ammassamenti perchè di questo rischio sono già state informate le forze dell'ordine italiane e svizzere e sono pronte a prendere provvedimenti".

 

Ricerca in corso...