'La Terra Buona' di Emanuele Caruso pubblicato in dvd: le tappe del successo del film girato in Val Grande

Vogogna -

Da qualche settimana è stato messo in commercio il dvd del film “La Terra Buona”, il successo cinematografico di Emanuele Caruso, quasi interamente girato nei comuni del Parco Nazionale della Val Grande. Massimo Bocci, presidente del Parco, ha ripercorso le tappe del successo di uno dei film italiani più apprezzati di quest'anno: “Si tratta di una produzione nata dal basso, che necessitava assistenza a livello locale” afferma. “Quando Obiettivo Cinema si è presentato al territorio, le varie comunità si sono prestate e hanno dato disponibilità assoluta per collaborare nei territori dei comuni di Premosello Chiovenda e Vogogna. Ad esempio, è stato messo a disposizione l'Alpeggio Capraga”. L'aiuto della popolazione è stato totale e ha creato un legame ancora forte con tutti i protagonisti coinvolti nel progetto: “Gli attori e il regista continuano a frequentare la nostra zona” spiega Bocci. In Italia, il film è stato visto da circa 55-60.000 persone, numeri importanti per una piccola produzione con un budget piuttosto limitato, ma il suo successo ha superato i confini sia dell'Ossola che della Nazione: “Quest'estate è stato proiettato in tutti i comuni del Parco, e a volte anche a Verbania, con importanti adesioni. Basti pensare che a Cicogna hanno assistito tra le 70 e le 100 persone, e che il cinema di Santa Maria Maggiore era pieno” afferma. “Recentemente, la pellicola è stata proiettata anche a New York, e venduta a HBO Europa per trasmetterla in alcuni paesi del Nord del Continente”. Un successo importante, sia per chi ha dato vita a questo progetto, che per la Val Grande, che lo ha supportato fin dall'inizio: “È stata una grande occasione per riscoprire alcuni luoghi del nostro territorio” conclude Bocci. “Il film non ha come protagonista la Val Grande, ma richiama molte sensazioni che si provano in questi luoghi, come la ricerca di una dimensione di lentezza e di vita a contatto con la natura. Sono valori che la pellicola e la nostra terra hanno in comune”.

Ricerca in corso...