Tornano a Domodossola i Teatri Mobili con l'arte del teatro di figura

DOMODOSSOLA -

Tornano a Domodossola i Teatri Mobili, l’unica multisala itinerante in Europa dedicata al teatro di figura contemporaneo. Il teatro di figura e un'arte che deriva dalla tradizione delle marionette, ma che ha goduto di un' evoluzione esponenziale negli ultimi anni, grazie alla versatilità di questo linguaggio non prettamente verbale, terreno di contaminazione con le arti plastiche, la danza e la musica.I Teatri Mobili sono un bus e un camion trasformati in spazi teatrali, che ospitano al loro interno spettacoli unici e senza parole per un massimo di 35 spettatori alla volta. I due mezzi delimitano un' area foyer all'aperto, uno spazio conviviale con un palco per la musica dal vivo, i teatrini emozionali (scatole elettromeccaniche per uno spettatore) e una biblioteca sulle arti dello spettacolo.

Il progetto, nato dalla collaborazione tra Girovago e Rondella con La Compagnia Dromosofista, vuole essere un esperimento di teatro popolare indipendente.

La famiglia d’arte italiana di  Girovago e Rondella ( Marco Grignani e Federica Lacomba ) da più di trent’anni presenta i suoi spettacoli in teatri e festival di tutto il mondo. Di ritorno dal Lussemburgo, dove sono stati invitati a rappresentare l'Italia al Festival Biennale delle marionette, proporranno il proprio repertorio a Domodossola. Girovago e Rondella cominciano a fare spettacoli circa 35 anni fa in Grecia, su un teatro navigante, da allora non si sono mai fermati esibendosi in numerosi festival in 15 paesi nel mondo. Dal 2007 anche i figli Rugiada, Timoteo e Tommaso insieme agli argentini Facundo e Santiago Moreno continuano la tradizione familiare, formando la Compagnia Dromosofista (dromosofia: parola inventata, dal greco "dromo" strada e "sofia" saggezza). Nel 2016 le due generazioni di teatranti decidono di intraprendere insieme il viaggio Teatri Mobili.

I Teatri Mobili saranno a Domodossola dal 25 al 30 maggio in piazza Chiossi e presenteranno i due spettacoli Manoviva, alle 16.30 e 18.30, e Antipodi, alle 17.30 e 19.30

Manoviva è un microcosmo dove solo le mani raccontano senza parole 30 minuti di spettacolo assolutamente unico. Manin e Manon meravigliano per la loro abilità due incredibili personaggi capaci di esibirsi in numeri di giocoleria ed acrobatica, meglio di qualunque essere umano... Lui non è solo giocoliere, ma anche one man band e mangiafuoco, Lei funambola e non solo. Le luci della ribalta si accendono e Voi tutti vi ritroverete immersi in un mondo fantastico in miniatura dove tutto è possibile e reale. Il personaggio Manoviva nato da un brevetto di Girovago e Rondella viene utilizzato anche negli ospedali e nelle scuole come terapia didattica motoria. Fascia di età a partire dai 3 anni.

In Antipodi paesaggi ed esseri molto diversi fra loro sono uniti da una linea uguale al diametro terrestre. Laddove tutto diventa raggiungibile pensiamo ad un luogo che esiste, ma che si allontana ad ogni passo.Tre personaggi invitano il pubblico a seguirli in un viaggio agli antipodi del mondo. Un viaggio surreale su un cavallo in miniatura, tra personaggi stralunati e minuscoli uomini d'ombra in corsa. Antipodi ė l'unione di diversi stili e tecniche del teatro di figura, dalle ombre cinesi alla manipolazione di oggetti, al teatro fisico. Adatto ai bambini da 7 anni in su.

 

Ricerca in corso...