Ancora nessuna notizia del parapendista scomparso nei cieli della Val Bognanco

Due segnalazioni di una parapendio rosso nei cieli ossolani, lo stesso colore della vela del pilota ticinese: a Baceno e nella zona del Tignolino

BOGNANCO -

  •  

Ancora nessuna notizia del parapendista scomparso nei cieli ossolani. Era partito sabato mattina dal Canton Ticino per un volo di cross, pare insieme ad altri tre compagni. Di lui si sono perse le tracce in alta Val Bognanco, nella zona della Cima d'Azoglio: questo è il punto in cui sparisce il segnale dello strumento di tracciamento che il pilota aveva con sè. L'allarme è scattato in serata e le prime perlustrazioni sono state effettuate in notturna da un elicottero della Rega. Stamane all'alba sono state attivate le squadre di ricerca a piedi con una ventina di uomini della Decima delegazione Val d'Ossola del soccorso alpino civile, militari del Sagf e vigili del fuoco. "Le ricerche sono difficili, la zona da perlustrare è vasta - spiega il responsabile del socorso alpino ossolano, Matteo Gasparini -. Nel pomeriggio effettueremo altri sorvoli, intanto le squadre a terra proseguono i sopralluoghi. Stiamo anche controllando alcune segnalazioni: una persona ha visto una vela rossa, come quella del pilota che stiamo cercando, ieri pomeriggio nella zona di Baceno e un'altra, poco dopo vicino al Tignolino: potrebbe essere plauisibile, se stava rientrando a Locarno. Siamo in stretto contatto con le autorità svizzere, le ricerche vanno avanti".

Marco De Ambrosis
Ricerca in corso...