Ricerca dell’Università di Novara pubblicata sulla rivista scientifica ‘Head & Neck’

I rinologi novaresi stanno studiando la perdita del gusto e dell’olfatto nei pazienti covid

novara -

Una squadra di ricercatori della clinica universitaria di Otorinolaringoiatria dell’Università del Piemonte Orientale, diretta dal professor Paolo Aluffi Valletti, ha pubblicato i risultati di un’indagine epidemiologica compiuta su un campione di soggetti novaresi che hanno contratto il Coronavirus, i quali hanno risocntrato gravi alterazioni del gusto e dell’olfatto.

L’articolo intitolato ‘Smell and taste disorders during COVID ‐19 outbreak: A cross‐sectional study on 355 patient’ è stato coordinato dalla dottoressa Valeria Dell’Era e supervisionato dal professor Massimiliano Garzaro, è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica ‘Head & Neck.

Il lavoro si è svolto intervistando 350 pazienti che hanno riscontrato sintomi lievi che non hanno avuto bisogno di ospedalizzazione, ha potuto dimostrare come l’alterazione di gusto ed olfatto, sino ad arrivare alla perdita totale, sia presente in almeno due pazienti su tre.

In alcuni pazienti le disfunzioni di gusto ed olfatto sono stati gli unici sintomi riscontrati dai pazienti.

La guarigione da queste disfunzioni sono tra i primi sintomi ad essere rilevati e possono richiedere molto tempo per guarire, possono passare più di 45 giorni, ora lo studio dei rinologi è volto a capire se il virus può lasciare alterazioni permanenti.

All’ospedale Maggiore della Carità di Novara è attivo il reparto ultraspecialistico di Rinologia dove è possibile recarsi per i problemi al naso, anche e non solo legati al coronavirus.

Ricerca in corso...